Selezione notizie itConsilium: aumento di capitale SAIPEM ed acqua sul fuoco delle...

Selezione notizie itConsilium: aumento di capitale SAIPEM ed acqua sul fuoco delle banche

0 829

SAIPEM – MPS – BANCHE – BANCO POPOLARE, BPM – UNICREDIT

Aumento di capitale per Saipem

Ha fissato le condizioni dell’aumento di capitale per un massimo di 3,5 miliardi di euro: saranno offerte in opzione azioni nel rapporto di 22 nuove azioni ogni 1 azione ordinaria e/o risparmio posseduta a un prezzo di emissione pari a 0,362 euro per azione. Il prezzo di sottoscrizione rappresenta uno sconto del 37% sul Terp.
Borsa Italiana ha disposto la sospensione della facoltà di esercizio anticipato delle opzioni con sottostante azioni Saipem nel periodo dell’aumento di capitale, dal 25 gennaio all’11 febbraio.
Theleme Partners ha ridotto la posizione netta corta sul titolo allo 0,49% del capitale dallo 0,52% del 18 giugno scorso. Lo si apprende dagli aggiornamenti della Consob.

Massimo Tononi: Mps non ha bisogno di aumenti di capitale 

La banca non ha bisogno di un aumento di capitale, secondo quanto afferma il presidente della banca Massimo Tononi in un’intervista pubblicata stamane sul Sole 24Ore. Sul tema del consolidamento Tononi conferma che la banca sta lavorando per un’aggregazione, specificando che si stanno “perseguendo attivamente e concretamente opzioni in Italia e all’estero”.
Ha comunicato di aver anticipato al 28 gennaio un Cda sui principali dati preliminari di preconsuntivo al 31 dicembre 2015.
Mps ha perfezionato una nuova operazione di cartolarizzazione del portafoglio crediti leasing per 1,6 miliardi di euro.
Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha sottolineato che è una banca risanata che ora ha bisogno di qualche mese, non di anni, per trovare dei partner. La Stampa scrive che il crollo del titolo è stato deciso a tavolino da tre fondi speculativi americani.


Banche: ancora dibattiti sui crediti anomali 

Un accordo tra il governo italiano e la commissione europea sul progetto di dismissione dei crediti anomali accumulati dal sistema bancario è in dirittura di arrivo, secondo una fonte italiana vicina al negoziato.
Il presidente della Bce Mario Draghi ha dichiarato che l’autorità non chiederà alle banche nuovi o inattesi requisiti patrimoniali sulle sofferenze e che i questionari non sono una misura per spingere gli istituti ad affrontare il tema con urgenza.
Quando il mercato parla, manager e azionisti delle banche devono comprendere la necessità di interventi seri e veloci, secondo il presidente del Consiglio Matteo Renzi.
La recente ondata di ribassi che ha investito i titoli bancari italiani, in particolare Mps, non indica una manovra speculativa ma la presenza di “una percezione inesatta di debolezza del settore bancario”.

Affare BPM e Banco Popolare

Gli advisor avviano il negoziato sul concambio, scrive il Messaggero.

Ultime da Unicredit

Ha annunciato un’offerta pubblica volontaria di riacquisto di otto bond subordinati di tipo lower Tier2 e due di tipo Tier2, tutti collocati presso la clientela retail, con un importo in circolazione complessivo di circa 1,812 miliardi di euro.

SIMILAR ARTICLES

NO COMMENTS

Leave a Reply