Nani, mangiafuoco, giocolieri e ballerine… se è un circo lo decidiamo noi

Nani, mangiafuoco, giocolieri e ballerine… se è un circo lo decidiamo noi

0 749

Ci sono due modi di fare comunicazione: il primo è quello urlato, della serie:”ti faccio guadagnare il 200% con due ore di corso”. E giù foto di modelle e modelli in abiti succinti che guidano auto sfavillanti.

Il secondo è quello che si basa sui contenuti. Sfortunatamente basarsi sui contenuti presuppone che tali contenuti siano stati prodotti ed ancor prima ideati e sviluppati. Insomma serve tempo.

Chiaramente converrebbe usare il primo metodo, ma vent’anni di mestiere significano, tra le altre cose, pancetta prominente ed ingrigimento incipiente. L’associazione con i modelli di cui sopra risulterebbe problematica, per non dire ridicola.

Quindi i contenuti.

Lo scorso anno abbiamo presentato a Rimini due portafogli d’Investimento. La sfida sottesa non era solo il successo operativo ma anche e soprattutto la fruibilità per il pubblico.

Questo dettaglio implica davvero molti limiti che spesso, al pari di altri aspetti del tradind e della gestione del risparmio, vengono spesso sottostimati.

Quest’anno l’intervento che Massimiliano Malandra, Luigi Piva ed io terremo a Rimini venerdì pomeriggio si articolerà su due piani: da un lato un nuovo progetto di ricerca su una gestione ibrida analisi fondamentale / analisi tecnica ed algoritmica, dall’altro cercheremo di evidenziare una serie di “dettagli” di cui abbiamo tenuto conto nello sviluppo e che crediamo utili in senso generale.

Il progetto, che prende le mosse dai “Dog of the Dow”, lo abbiamo chiamato I Mastini della Borsa.

A questi link alcuni appunti (assolutamente non esaustivi) dei lavori.

La base fondamentale dei Mastini

La base tecnico algoritmica dei Mastini

Il link dell’intervento sui portafogli d’investimento.

 

Sempre parlando di elementi del trading spesso sottovalutati, giovedì pomeriggio sempre a Rimini si terrà la premiazione della XIX edizione della ITCup.

Insieme a Fernando di Fazio, Eugenio Sartorelli e Marco Vironda Gambin, conosceremo i Campioni  ed i loro metodi ma proveremo anche a capire come il trading può e deve essere influenzato dalla vita reale.

 

Insomma fuochi artificiali pochi ma concretezza tanta.

 

 

 

 

 

 

Author Image
Classe 1970, ha iniziato ad interessarsi di Borsa nel 1993. Nel 1996 abbandona la carriera di ufficiale dell’Esercito (Genio Trasmissioni) per dedicarsi al trading e all’editoria finanziaria. Giornalista – pubblicista ha collaborato con diverse testate giornalistiche (Borse&Finanza, Gazzetta di Modena, PC&Borsa, etc etc). Per diversi anni ha tenuto una rubrica di analisi tecnica su “Economia” del gruppo Rieffeser (Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno). Socio fondatore, è stato amministratore delegato e vice direttore di LombardReport.com, storica testata giornalistica on line di borsa. Dal 1999 organizza Il Campionato di Borsa con denaro reale, la ITCup, che ha sfornato personaggi di primissimo piano nel panorama del ToL italiano. Attualmente direttore della testata on line itConsilium, blogger sulle testate del gruppo Browneditore (FinanzaonLine, Borse.it, Finanza.com), collabora con Trading Library e con il portale Eduweb. Coautore del libro “Guida al Trading di Borsa” edito da Il Sole 24 Ore. Appassionato di storia (soprattutto militare), di energie alternative e delle tematiche dello sviluppo sostenibile, è socio e consigliere d’amministrazione di società di produzione di energia fotovoltaica.

NO COMMENTS

Leave a Reply