MPS: analisi a gentile richiesta

MPS: analisi a gentile richiesta

1 1235

Nelle occasioni in cui partecipo alla trasmissione “Analisi tecnica” di Class CNBC ed ho un contatto diretto con il pubblico non manca mai almeno una domanda su Banca MPS e spesso qualche preoccupazione degli investitori le ricevo anche via email.

Il 4 gennaio proprio in diretta televisiva avevo suggerito di evitare le banche ma a chi avesse voluto rimanere investito sul comparto bancario di prendere in considerazione Banca Popolare di Milano piuttosto che Banca MPS (guarda il video qui).

 

Nel grafico qui sotto possiamo osservare il ratio di forza (ratio, ossia il rapporto tra i prezzi delle due azioni) che mostra la maggior forza di BPM rispetto ad MPS.

Dal 4 gennaio MPS ha perso oltre il 20% mentre BPM ha pure perso ma il 6,5%.

ratio BPM_MPS

Ribadisco però che la situazione in generale sull’indice invita alla prudenza ma nel caso specifico su MPS va sconsigliato a chi fosse in posizione e in forte perdita di continuare a fare media sul prezzo di carico. Fare media (cioè continuare a comprare in discesa abbassando il prezzo di carico) non è sempre sconsigliabile, ci sono anzi condizioni in cui il trader esperto può farlo con successo ma non va MAI fatto in assenza di supporti e quando il rischio è eccessivo sia sui fondamentali, sia per una eccessiva esposizione percentuale del portafoglio.

Tecnicamente ad esempio su MPS l’unico momento per giocarsi il jolly negli ultimi 12 mesi per chi avesse voluto comprare era sul supporto formatosi a 1,45 con stop stretto. Ceduto quello non c’era che da rimanere alla larga.

MPS_supporto

Poiché, come ha evidenziato anche il collega Mazziero in un post di ieri, di crisi bancarie potremmo vederne altre e sappiamo che è entrato in vigore il salvataggio interno col possibile azzeramento di azioni ed obbligazioni subordinate, pensateci bene prima di accumulare titoli tecnicamente in downtrend e con pessimi dati fondamentali. Vale anche per gli aumenti di capitale che hanno senso quando si è di fronte a una società che produce utili che vuole finanziare nuovi progetti o di fronte ad un radicale risanamento, altrimenti adc buoni solo per coprire dei buchi di bilancio, come se ne sono visti tanti, meglio scansarli come la peste.

deteriorated loanscrediti deteriorati delle banche italiana in miliardi di €

 

 

Author Image
Trader meccanico dal 2000. È analista quantitativo e consigliere di amministrazione di Cyber Trade, società di ricerca in ambito finanziario e produttrice di robotrader e roboadvisor per clientela istituzionale e privata. Pioniere del trading meccanico da oltre 14 anni progetta modelli di trading automatico e di gestione del rischio per advisory a clienti istituzionali (fondi, Sgr e tesorerie di banche). E' inoltre Fund Manager per una società di investment management londinese. E' autore di diversi best seller sui trading systems e sull'analisi tecnica tra cui "Trading systems vincenti", “Il manuale del risparmiatore” e "I segreti dei trading system" (2016) editi da Hoepli. Dal 2008 al 2012 è stato capo del team di consulenza e membro del cda di una Sim di consulenza. Collabora con ItConsilium.it

1 COMMENT

Leave a Reply