Authors Posts by Alessandro Aldrovandi

Alessandro Aldrovandi

Author Image
83 POSTS 1 COMMENTS
Trader privato e libero professionista, modenese, laureato a pieni voti in Economia e Commercio, è socio AIAF ed è stato socio SIAT, si occupa di mercati finanziari da quasi 20 anni. Ha lavorato in EPTA SIM, con incarichi nella divisione “Eptatrading” dedicata al trading online, e in PRIVATE & CONSULTING SIM come membro del Team di consulenza. Attualmente si dedica esclusivamente alla negoziazione per conto proprio di futures italiani ed esteri, con strategie discrezionali e quantitative. Organizza periodicamente corsi di formazione, anche in collaborazione con i principali broker online, ed è stato più volte relatore sia all’ITFORUM di Rimini che al TOL EXPO di Borsa Italiana. Nel 2011 ha partecipato alla prima edizione della “Notte bianca del trading” durante il TFFORUM di Taranto, operando nelle ore notturne sui mercati americani ed asiatici. Ha pubblicato i libri “Trading intraday sul Future S&P/MIB” (Experta, 2004), “Il trading con la Tick Distribution” (Tradinglibrary, 2009) ed è coautore della “Guida Forex 2012” (Editrice Le Fonti, 2011). Interviene spesso nelle trasmissioni televisive sul canale finanziario ClassCNBC e pubblica articoli per varie testate giornalistiche, tra cui la newsletter ITForum.

0 457
Le posizioni ribassiste accumulate nel mese di gennaio sia sul mercato americano (S&P500) che su quello europeo (EUROSTOXX50) ci stanno dando poca soddisfazione. Infatti, se fino alla scorsa settimana le Borse sembravano impostate negativamente e pronte ad un’ulteriore accelerazione ribassista,

Si deve essere loggati per vedere questo contenuto. Effettuare Login per accedere. 

0 1204
Equity line VS Benchmark
Meglio dell’impegnativo Benchmark MSCI World (Azionario mondiale), per due anni di fila. E non solo.
Con il suo/nostro/vostro WDI ALessandro Aldrovandi ha inanellato un 2016 senza neppure un mese in negativo realizzando un +10%.
Onestamente un po’ di sano autocompiacimento credo ci possa stare.
Ascanio L. Strinati  
(direttore itConsilium.it)

 

Non siamo soliti vantarci dei nostri successi, ma in questo caso non riusciamo a trattenerci e faremo un’eccezione.

Sebbene il nostro stile di gestione sia sempre stato votato alla prudenza, senza mai rincorrere il rendimento, ma esclusivamente focalizzato al controllo della volatilità, durante il 2016 il nostro portafoglio WORLD DYNAMIC INDEX ha realizzato una performance complessiva del 10,01%, chiudendo tutti i singoli mesi con un risultato sempre positivo.

Sembra paradossale, e siamo noi i primi a stupirci, ma più ci si è concentrati sul rischio del portafoglio e più sono arrivate spontaneamente le performance.

Forse si è trattato solo di fortuna, può darsi, ma intanto ci godiamo questa soddisfazione insieme ai nostri abbonati (che hanno avuto modo di seguire i nostri segnali) e siamo già pronti per impostare l’operatività del nuovo anno.

 

Non siamo appassionati dei tradizionali outlook per l’anno successivo, anche perché i mercati non seguono la cadenza del calendario solare. Come al solito preferiamo attenerci alle nostre metodologie RISK PARITY, pur sempre pronti ad intervenire in modo dinamico. Pertanto, limitiamo il nostro orizzonte al mese di gennaio, che dovrebbe essere caratterizzato da una leggera flessione delle quotazioni azionarie, da considerarsi una fisiologica pausa dei mercati dopo il fortissimo rally di dicembre.

 

Rendimenti mensili
Rendimenti mensili

 

 

Asset Allocation
Asset Allocation

 

report
report

 

 

Per maggiori informazioni scrivi alla redazione:  info@itconsilium.it

 

Oppure :   Abbonati al servizio -> 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 548
Il mercato azionario italiano è decisamente impostato al rialzo nel medio/lungo termine. E finalmente! Erano mesi che aspettavamo questo momento così positivo, dopo una prolungata fase di lateralità che era seguita alla debacle del disastroso inizio 2016. Se nel primo

Si deve essere loggati per vedere questo contenuto. Effettuare Login per accedere. 

0 609
Proponiamo ai nostri lettori l’analisi dei mercati internazionali fatta dal nostro Alessandro Aldrovandi. Sebbene la registrazione risalga a qualche giorno addietro, mantiene tutta la sua validità di fondo.      

Si deve essere loggati per vedere questo contenuto. Effettuare Login per accedere. 

0 482
La vendita degli ETF indicata nel prospetto permette di consolidare le importanti performance realizzate sia dall’azionario russo (negli ultimi mesi) che da quello italiano (nelle recenti sedute). Inoltre, abbiamo deciso di liquidare l’investimento sul cotone (che sembra avere il fiato

Si deve essere loggati per vedere questo contenuto. Effettuare Login per accedere. 

0 500
Il mercato azionario italiano sembra essere impostato positivamente nel breve termine. Nonostante l’indice FTSE/MIB si trovi ancora al di sotto della trendline ribassista che accompagna le quotazioni dal mese di agosto del 2015, dove sono stati realizzati alcuni massimi relativi

Si deve essere loggati per vedere questo contenuto. Effettuare Login per accedere. 

0 524
Dal mese di ottobre stiamo assistendo ad una costante discesa dei mercato obbligazionario europeo. Riteniamo che questo movimento sia dovuto ad uno spostamento di flussi monetari pronti per cavalcare il rendimento dei Titoli di Stato americani, che da prossimo dicembre

Si deve essere loggati per vedere questo contenuto. Effettuare Login per accedere. 

0 711
Equity line servizio World Dynamic Index dal 1/1/2015 al 31/10/2016 rapportata al benchmark (MSCI world)
Equity line servizio World Dynamic Index dal 1/1/2015 al 31/10/2016 rapportata al benchmark (MSCI world)

La scommessa del Portafoglio World Dynamic Index: massimizzare il rendimento riducendo il rischio.

Follia? Assolutamente no, almeno speriamo.

 

Anche nel mese di ottobre il nostro portafoglio WORLD DYNAMIC INDEX è riuscito ad ottenere un risultato positivo, raggiungendo il proprio massimo storico di NAV.

I mercati sui cui eravamo investiti ci hanno sicuramente aiutato, ma la metodologia adottata (la metodologia Risk Parity) ha permesso di migliorare ulteriormente la qualità della performance: il rischio complessivo del portafoglio, infatti, si è ridotto all’1,48% contro un rendimento del 19,19% in soli 22 mesi.

(NDR:

la metodologia Risk Parity si basa su un asset allocatione ‘pesata’  per la volatilità. Il tema è stato affrontato più diffusamente alla conferenza itConsilium tenuta in occasione dell’ITF2016 di Rimini. Ecco il link video con gli interventi di Alessandro Aldrovandi e Massimiliano Malandra, rispettivamente ai minuti 9 e 37 circa).

 

Novembre non sarà altrettanto facile e quasi tutto dipenderà dagli Stati Uniti. Tra le elezioni presidenziali (Trump, visto come fumo negli occhi da Wall Street, in rimonta nei sondaggi), l’imminente aumento dei tassi Fed (dicembre) e l’indice S&P500 che ha violato il supporto di 2.120, i mercati azionari potrebbero subire un discesa piuttosto importante. Già in questi primi giorni del mese, infatti, la volatilità è in forte aumento (VIX oltre i 18 punti) e le quotazioni sono in calo.

asset
Asset allocation 31/10/2016

La percentuale del 48,81% di liquidità ci permette di stare tranquilli, ma a breve non sono esclusi segnali operativi che possano ridurre la quota azionaria del WDI e/o modificare la tipologia dell’investimento obbligazionario sia in termini di qualità che di duration.

report
Report operativo
rendimenti
Rendimenti mensili

 

 

 

0 691

Articolo FREE previa registrazione

Per qualche settimana le quotazioni sono rimaste congestionate in un trading range con una spiccata vocazione rialzista. Il superamento del livello 16.730 punti ha permesso all’indice di chiudere il Gap down a 17.120.   Il mercato azionario italiano sembra essere

Si deve essere loggati per vedere questo contenuto. Effettuare Login per accedere. 

0 610

Il rendiconto mensile di settembre è l’occasione giusta per dare un giro d’orizzonte alla situazione dei mercati globali.

La turbolenza del mese di settembre non ha minimamente inciso sul nostro portafoglio World Dynamic Index, grazie alla scarsa esposizione sul mercato azionario. Anzi, il controvalore assoluto ha raggiunto nuovi massimi con una ulteriore riduzione della volatilità, assestatasi vicino all’1,5%, così come è aumentato il differenziale di rendimento rispetto al benchmark.

L’operatività non è stata particolarmente dinamica e solo nelle ultime sedute abbiamo provveduto ad effettuare alcuni acquisti, soprattutto su commodities che riteniamo sottovalutate e stagionalmente interessanti.

equity

 

report

 

Leggi l’analisi del precedente rendiconto mensile

Abbonati al servizio

Chiedi maggiori informazioni: info@itconsilium.it